PROGETTO ORGANIZZATIVO GENERALE 2020

PROGETTO ORGANIZZATIVO GENERALE

I servizi extrascolastici promossi da Kaleidoscopio s.c.s. vedranno rispetto al passato alcune modifiche organizzative, finalizzate a permettere la socialità tra i bambini e al contempo la tutela della loro salute, quella delle famiglie e del personale in servizio.

Al fine di garantire un'informazione chiara, si evidenzia quanto verrà messo in atto.

Una precisazione doverosa è che data la situazione in costante aggiornamento, queste linee non sono da considerare definitive, ma potranno essere soggette a cambiamenti o rimodulazioni di cui si darà pronta comunicazione.

 

GLI SPAZI

>      Gli spazi interni a disposizione rispettano quanto indicato dalla Delibera della Giunta Provinciale del 21 agosto 2020 (2,5m2 a bambino)

>      Laddove possibile e compatibilmente con la stagione, l’attività potrà sfruttare eventuali spazi aperti messi a disposizione ad uso esclusivo per la parte di tempo utilizzati dal servizio e circoscritti.

>      Viene garantito un accesso esclusivo ai servizi igienici della struttura per il tempo dell’attività.

 

RAPPORTO NUMERICO EDUCATORE / BAMBINI E RAGAZZI

Il gruppo che si va a costituire deve essere il più possibile omogeneo e stabile per la durata dell’intero anno scolastico; per tale ragione NON sono ammesse iscrizioni “una tantum”.

Ogni gruppo ha un educatore di riferimento.

In caso di inserimento di bambini con disabilità, potrà essere previsto, nel rispetto dei rapporti stabiliti e della continuità relazionale, la presenza di un educatore aggiuntivo.

Per i servizi rivolti ai bambini della scuola primaria (6 - 10 anni), il rapporto indicato nella Delibera della Giunta Provinciale del 21 agosto 2020 è di 1 educatore ogni 22 bambini.

A seconda degli spazi a disposizione, tale rapporto può subire delle riduzioni.

 

MODALITÀ ORGANIZZATIVE PER IL RISPETTO DELLE PRESCRIZIONI IGIENICHE E PER LA TUTELA DELLA SALUTE DEI PARTECIPANTI

Viene garantita:

>      la pulizia quotidiana degli spazi interni e la loro sanificazione settimanale o successiva ad un loro utilizzo straordinario con i prodotti previsti da normativa vigente;

>      la pulizia e sanificazione quotidiana dei servizi igienici e l’igienizzazione dopo ogni utilizzo degli stessi;

>      la pulizia e sanificazione giornaliera dei materiali e delle superfici più toccate.

 

Il gruppo di bambini dispone di giochi e materiali ad uso esclusivo.

Viene data attenzione alle principali misure di prevenzione:

>      lavarsi frequentemente le mani in modo accurato e non frettoloso

o   all'ingresso e all’uscita dall’attività;

o   prima e dopo l’utilizzo dei servizi igienici;

o   prima del pranzo o dell’utilizzo di materiali;

o   successivamente ad un contatto con muco o saliva (fazzoletto usato per soffiare il naso, asciugare lacrime, ecc.);  

o   in qualsiasi altra situazione in cui le mani risultino sporche.

>      non tossire o starnutire senza protezione;

>      mantenere il distanziamento fisico di almeno un metro dalle altre persone;

>      non toccarsi occhi, bocca o naso con le mani sporche.

 

MOMENTO DELLA MERENDA

Alle famiglie è richiesto di consegnare ai propri figli la merenda per il pomeriggio e possibilmente anche una bottiglietta o borraccia per bere.

 

USO DEI DISPOSITIVI

>      Ai fini della tutela della salute dei partecipanti e in ragione della tipologia di attività, è richiesto che i bambini abbiano una mascherina chirurgica o di comunità di propria dotazione, di misura adeguata e conforme da indossare quando ci si trova all’interno e nei momenti in cui non è possibile mantenere un adeguato distanziamento interpersonale.

>      Gli operatori / educatori in servizio indosseranno apposita mascherina chirurgica fornita dall’organizzazione e per situazioni particolari, a seguito di valutazione specifica sarà contemplata la possibilità di utilizzare anche una mascherina del tipo FFP2 senza valvola.

 

PERSONALE E FORMAZIONE

Tutto il personale impiegato è qualificato e con un’esperienza pluriennale maturata in servizi similari. Segue percorsi di formazione e aggiornamento nel corso dell’anno sia rispetto agli aspetti educativi che alle misure di sicurezza comprese quelle legate al contenimento e alla prevenzione del contagio da Sars – CoV2.

 

ACCESSO QUOTIDIANO E ACCOGLIENZA

Personale impiegato nell’attività

>    Il personale in servizio certifica quotidianamente l’assenza di sintomi riconducibili al virus Sars – CoV2 secondo la procedura interna. Come previsto nel Piano di Sicurezza Aziendale il personale è informato relativamente a:

o   l’obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di febbre (oltre 37.5°C) o altri sintomi influenzali riconducibili al virus Sars – CoV2 quali tosse secca, raffreddore, mal di gola, nausea, fino a vere e proprie difficoltà respiratorie.

o   l’obbligo di restare a casa anche nel caso in cui parenti, familiari o conviventi presentassero sintomi riconducibili al Corona virus, o ci fossero stati contatti con persone risultate positive nei 14 giorni precedenti.

All’accesso in attività il personale in servizio procede all’autocontrollo della temperatura corporea.

 

Bambini e ragazzi frequentanti l’attività

>     Si potrà procedere alla rilevazione della temperatura corporea dei bambini.

>      In caso di temperatura superiore a 37.5°C, il minore non potrà prendere parte alle attività.

>      È preferibile che, nel limite del possibile, gli accompagnatori possano essere sempre gli stessi o quantomeno appartenenti al medesimo nucleo famigliare.

>      Agli accompagnatori verrà richiesto il mantenimento delle distanze e la permanenza fuori dalla struttura durante il ricongiungimento.

 

GESTIONE DEI CASI SOSPETTI

Durante le attività potrà essere misurata la temperatura in presenza di sintomi influenzali suggestivi per Covid-19. Nel caso di temperatura superiore ai 37,5°C e/o sintomi influenzali manifestatisi nel corso delle attività, il bambino / ragazzo sarà isolato dal resto del gruppo, protetto da mascherina chirurgica ed accudito dall'operatore fino all'arrivo del familiare, tempestivamente avvisato e che dovrà arrivare nel minor tempo possibile. Il genitore dovrà poi mettersi in contatto con il pediatra di libera scelta e seguire le sue indicazioni.